Lega Consumatori Frosinone

Associazione a tutela dei diritti degli utenti-consumatori, dal 1971

Avv. Isabella Marziale (Lega Consumatori):”la pubblicità di gioco trasmette messaggi subdoli e fuorvianti”

 

Lega_consumatori Il gioco d’azzardo patologico è un fenomeno crescente. Si stima che le persone affette da gioco d’azzardo patologico siano già circa 800.000, mentre 3 milioni sono quelle a rischio. Per la Lega Consumatori si tratta di dati preoccupanti, destinati a crescere se non si attua un’efficace azione contro la pubblicità irresponsabile, infatti la pubblicità del gioco d’azzardo, sostiene l’avv. Isabella Marziale, Presidente provinciale della Lega Consumatori, anziché promuovere una giusta cultura del gioco che ne valorizzi le potenzialità senza sottovalutarne le componenti di rischio, trasmette ai consumatori messaggi subdoli e fuorvianti, inneggianti al gioco, con la promessa di grosse e facili vincite. Le attuali pubblicità pongono enfasi solo ed esclusivamente sulla vincita e il gioco perde così la sua eventualità e acquisisce certezza. Inoltre, aumentano sempre di più da parte degli esercizi commerciali gli inviti espliciti all’acquisto di gratta e vinci per “tentare la fortuna”; segnalazioni, a tal riguardo, qualche tempo fa, erano arrivate da parte di cittadini che, alle casse di un noto centro commerciale della città martire, venivano invitati ad acquistare i biglietti del “gratta e vinci” e, recentemente, anche i banconi di un ufficio postale della città sono stati tappezzati da volantini riportanti la seguente dicitura: “Oggi sarà il tuo giorno fortunato? Scoprilo qui”.

La Dott.ssa Ivana Baldassarre, psicologa responsabile dello sportello GAP di Cassino, sottolinea come la pubblicità sul gioco d’azzardo stia ormai invadendo con messaggi accattivanti e fuorvianti la vita quotidiana delle persone attraverso tutti i canali di comunicazione: internet, tv, radio, manifesti, volantini ecc. Continua

Apre lo sportello sul “Gioco d’azzardo patologico’ della Lega Consumatori

Apre lo sportello sul “Gioco d’azzardo patologico’ della Lega Consumatori

 

Dalla Lega Consumatori riceviamo e pubblichiamo.

Numerose richieste di informazione e di aiuto stanno giungendo allo sportello di consulenza GAP (Gioco d’Azzardo Patologico), promosso dalla Lega Consumatori e finanziato dalla Regione Lazio, Assessorato alla Tutela dei Consumatori.

Il servizio è svolto in collaborazione con la SIIPAC (Società Italiana di Intervento sulle Patologie Compulsive) con sportelli distribuiti sul territorio regionale, tra cui lo sportello di Cassino, in Via Appia Nuova n. 39 tel. 0776.1930227

Lo sportello GAP, che è attivo da circa due mesi e ha già accolto diversi utenti, svolge una doppia funzione di consulenza e di reindirizzamento.

Presso lo sportello è presente uno psicologo che, gratuitamente, presta la propria assistenza alle vittime del gioco d’azzardo ed ai loro familiari per un numero massimo di tre incontri.

Dopo i primi tre incontri, se necessario, lo psicologo indirizzerà gli utenti presso altre strutture pubbliche specializzate, facendo rete con le strutture territoriali che già si occupano di questo problema. Continua

Colmiamo il G.A.P.

Progetto “Colmiamo il G.A.P.”: la Lega Consumatori promuove sportelli contro Ludopati

Si è svolta il 3 Maggio, a Cassino, presso la Biblioteca Comunale, la conferenza stampa di presentazione del  progetto regionale “Colmiamo il G.A.P.” Sono intervenuti alla conferenza stampa il Presidente provinciale della Lega Consumatori, avv. Isabella Marziale, il Presidente regionale, Pino Bendanti, la responsabile del settore progettazione dell’associazione, dr.ssa Arianna Isotti, la psicologa che si occuperà dello sportello di Cassino, dr.ssa Ivana Baldassarre ed il consigliere del Comune di Cassino, Igor Fonte.

Tale progetto, finanziato dalla Regione Lazio, realizzato in collaborazione con la SIIPAC, prevede l’apertura di 5 sportelli nella Regione, di cui tre a Roma, uno a Viterbo ed uno a Cassino. Il progetto, oltre a prevedere la distribuzione di materiali informativi, momenti di incontro e di indagine del fenomeno, fornisce una risposta concreta all’emergenza in atto, tramite l’azione svolta dagli sportelli sul territorio laziale, luoghi in cui psicologi qualificati offrono assistenza gratuita alle vittime del fenomeno.

Lo sportello di riferimento per la zona di Cassino sarà ospitato presso la sede della Lega Consumatori, in Via Appia Nuova n. 39, offrendo i suoi servizi tutti i venerdì dalle 9 alle 13, tel. 0776-1930227. Presso tali sportelli sarà presente uno psicologo che, gratuitamente, presterà la propria assistenza a tutti coloro che, vittime del gioco d’azzardo, volessero rivolgersi per chiedere aiuto. La stessa assistenza sarà prestata anche ai familiari delle vittime di tale fenomeno che, purtroppo si sta diffondendo in maniera dilagante. Lo sportello, dopo i primi tre incontri con lo psicologo, indirizzerà presso le strutture pubbliche specializzate, facendo rete con le strutture territoriali che già si occupano di questo problema.

Afferma l’avv. Marziale: “la Lega Consumatori è impegnata da tempo nella  la lotta al gioco d’azzardo patologico. Per questo dà il pieno appoggio alla iniziativa della Regione Lazio, infatti, con i  propri sportello di Cassino, si propone di promuovere l’educazione al gioco per divertimento, prevenire e contrastare il gioco d’azzardo patologico. La Lega Consumatori appoggia gli esercizi pubblici che rinunciano alle slot machine con una campagna capillare di sensibilizzazione. Collabora con i Comuni, sostenendoli nelle iniziative di contrasto e di regolamentazione delle sale giochi e delle Slot machine attraverso la sensibilizzazione e la formazione dei cittadini per questa espressione importante di partecipazione civica.” Continua

Colmiamo il G.A.P.

Progetto “Colmiamo il G.A.P.”: la Lega Consumatori promuove sportelli contro Ludopatie

   Foto

Si è svolta il 3 Maggio, a Cassino, presso la Biblioteca Comunale, la conferenza stampa di presentazione del  progetto regionale “Colmiamo il G.A.P.” Sono intervenuti alla conferenza stampa il Presidente provinciale della Lega Consumatori, avv. Isabella Marziale, il Presidente regionale, Pino Bendanti, la responsabile del settore progettazione dell’associazione, dr.ssa Arianna Isotti, la psicologa che si occuperà dello sportello di Cassino, dr.ssa Ivana Baldassarre ed il consigliere del Comune di Cassino, Igor Fonte.

Tale progetto, finanziato dalla Regione Lazio, realizzato in collaborazione con la SIIPAC, prevede l’apertura di 5 sportelli nella Regione, di cui tre a Roma, uno a Viterbo ed uno a Cassino. Il progetto, oltre a prevedere la distribuzione di materiali informativi, momenti di incontro e di indagine del fenomeno, fornisce una risposta concreta all’emergenza in atto, tramite l’azione svolta dagli sportelli sul territorio laziale, luoghi in cui psicologi qualificati offrono assistenza gratuita alle vittime del fenomeno.

Lo sportello di riferimento per la zona di Cassino sarà ospitato presso la sede della Lega Consumatori, in Via Appia Nuova n. 39, offrendo i suoi servizi tutti i venerdì dalle 9 alle 13, tel. 0776-1930227. Presso tali sportelli sarà presente uno psicologo che, gratuitamente, presterà la propria assistenza a tutti coloro che, vittime del gioco d’azzardo, volessero rivolgersi per chiedere aiuto. La stessa assistenza sarà prestata anche ai familiari delle vittime di tale fenomeno che, purtroppo si sta diffondendo in maniera dilagante. Lo sportello, dopo i primi tre incontri con lo psicologo, indirizzerà presso le strutture pubbliche specializzate, facendo rete con le strutture territoriali che già si occupano di questo problema. Continua

Eccedenze idriche 2005 e 2006: la Lega dei Consumatori accanto ai cittadini. Sul tavolo di conciliazione il Comune latita

L’Avv. Isabella Marziale, Presidente provinciale della Lega Consumatori, comunica che in questi giorni, numerosi cittadini di Cassino continuano a rivolgersi agli sportelli dell’associazione, per avere chiarimenti in merito alle richieste di pagamento  dell’eccedenze idriche 2005 e 2006, che il  Comune di Cassino ha inviato nel mese di novembre,  la cui scadenza è stata prorogata, dallo stesso Ente, al 31/12/2012.

Visto che tale scadenza è oramai prossima e visto che il tavolo di conciliazione, promesso dal Comune, non è stato ancora realizzato, i cittadini si domandano che fine faranno i loro reclami. Continua