Lega Consumatori Frosinone

Associazione a tutela dei diritti degli utenti-consumatori, dal 1971

Acea / Canone di depurazione, domande di rimborso accolte ma attenti alla forma

VALLEROTONDA – Una riunione pubblica sulle “Problematiche Acea Ato5” si è tenuta qualche giorno fa con l’Associazione Lega Consumatori a Vallerotonda. Secondo il consigliere comunale di opposizione Giovanni Di Meo  l’incontro è riuscito pienamente e con ottimi risultati vista la presenza dei numerosi cittadini intervenuti. L’avv. Isabella Marziale, presidente della Lega Consumatori e il suo qualificato staff, hanno dato risposte precise e concrete alle numerose domande degli intervenuti. Si tratta di argomentazioni di interesse generale per gli utenti dell’Ato 5 della provincia di Frosinone. Partiamo dalla Sentenza del TAR di Latina – giugno 2015, “Conguagli Acea anni 2006 – 2011” che di fatto ha dato ragione ad Acea. «Nella sentenza – ha spiegato Marziale -, al punto 8, viene fatta una premessa fondamentale per l’esito della sentenza stessa osservando l’inadempienza dell’Ato5 nel non decidere l’adeguamento delle tariffe idri­che negli anni 2006 -2011, da qui la scelta del Tar di nominare un tecnico esterno; alla fine è l’Ato5 che ha presentato un ricorso impugnando un atto che il commissario ad acta ha perfezionato al posto dell’assemblea d’ambito dei sindaci. Purtroppo è andata così, e a noi cittadini non resta che pagare il conto».«Un conto salato – ha sottolineato Di Meo -, una considerazione personale e politica va fatta. L’ATO5 è composta da tutti i sindaci che appartengono all’Ambito Ottimale Territoriale n.5. Continua

Poste: dal 1 ottobre nuove tariffe e prima fase della consegna a giorni alterni

 La Lega Consumatori informa che dal primo ottobre scattano le nuove tariffe di Poste Italiane e la sperimentazione della consegna della posta a giorni alterni, in una prima fase che per ora interesserà alcuni comuni di Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto. La posta ordinaria costerà 0,95 euro, la posta prioritaria avrà tariffe a partire da 2,80 euro. Le associazioni dei consumatori sono scettiche e temono un peggioramento del servizio. Online Poste Italiane ha pubblicato il dettaglio delle “nuove condizioni del servizio postale universale” che scatteranno appunto il primo ottobre.
In alcune località partirà poi la consegna della posta a giorni alterni su base bisettimanale da lunedì al venerdì (lunedì, mercoledì e venerdì in una settimana – martedì e giovedì in quella successiva).
Naturalmente questo ritocco dei prezzi all’insù non piace alle associazioni dei consumatori che denunciano «Aumenti all’apparenza irrisori, ma che appaiono assolutamente ingiustificati se si considera che nell’ultimo anno si sono registrati incrementi del 30 per cento delle tariffe e se, in ogni caso, vengono rapportati alla qualità del servizio offerto dall’azienda. Continua